Consiglio provinciale del 15 maggio

Ultima seduta dell’ultimo consiglio provinciale lariano, fra discorsi commossi e linee d’indirizzo sulla gestione del servizio idrico integrato. Leggi il documento riguardo al servizio idrico integratoUna volta raggiunto il numero legale, il consigliere Enrico Manzoni, visibilmente emozionato, prende la parola per ringraziare la giunta e tutti i consiglieri delle «emozioni, soddisfazioni e delusioni vissute assieme. Sono anni pieni di ricordi, e i ricordi adesso lasciano il posto alla perplessità su quello che ci sarà dopo. Presidente Carioni – conclude Manzoni – tu sarai probabilmente il traghettatore verso questo futuro incerto. Tieni accesso il cellulare perchè ti chiamerò spesso» Gli fa eco Ferdinando Mazara che rivolge a tutti il più vivo ringraziamento, seguito a ruota da Leonardo Carioni che si complimenta con l’assemblea «per il comportamento corretto e democratico che avete sempre avuto, siete stati d’esempio ai sindaci della provincia. Auguro a tutti un futuro migliore». Chiusa la parentesi sentimentale, in consiglio si discute della riorganizzazione di servizio idrico. «É un importante passo avanti – spiega Alberto Mascetti – è l’ultimo atto che potrà essere dato da questa amministrazione. Spero venga approvato con larga maggioranza» Nel documento, approvato da tutti i capigruppo, si legge :«il progetto si basa sulla costituzione di una Società d’ambito, che possiederà partecipazioni qualificate dal controllo analogo nelle aziende o consorzi o socierà operanti nella gestione del Servizio idrico integrato». Renato Tettamanti, consigliere di minoranza, giudica positiva la conclusione a cui si è giunti. «In 5 anni è forse il lavoro migliore che abbiamo fatto, ringrazio chi ci ha lavorato, a partire da Giancarlo Galli che ha ascoltato le diverse posizioni prima di scrivere il testo». È proprio il capogruppo di Autonomia comasca però ad essere scettico:« Il servizio doveva modellarsi sui bisogni del territorio invece è diventato, citando Sartre, una “cosa”, si è burocratizzata. Dal punto di vista politico, la scelta fatta è centralista e burocratica.» Soddisfatto invece Mauro Guerra (Pd): «finalmente segnamo un punto di svolta e un cambio d’indirizzo, che può consentire al nostro territorio di mettere in campo un servizio idrico integrato in grado di rispondere alle normative e di essere adeguto alle necessità del territorio. Abbiamo avuto un aiuto notevole dal referendum, sennò saremmo ancora avvitati dentro la ragnatela della normativa statale ed europea. Ringrazio l’assessore Mascetti per essersi fidato del consiglio, per aver ascoltato la conferenza dei sindaci e il comitato acqua pubblica». Il documento viene quindi votato e approvato all’unanimità. Successivamente si parla della via Peneporto, la strada che dovrebbe collegare il nuovo ospedale S. Anna e il comune di S. Fermo. L’ordine del giorno a firma della minoranza viene presentato da Renato Tettamanti: «con soddisfazione avevamo preso atto della bocciatura da parte della regione della via Peneporto. Noi l’abbiamo sempre contestata, però in contemporanea alla presentazione del bilancio consultivo era stata data comunicazione della sua realizzazione. Abbiamo pensato quindi di presentare l’ordine del giorno, alla luce anche delle dichiarazioni dell’assessore Cinquesanti che aveva espresso perplessità sulla strada». Nessun intervento segue quello di Tettamanti, la mozione viene votata subito e, a sorpresa, respinta con 10 voti contrari e 6 favorevoli. L’ultimo punto in discussione riguarda l’approvazione della bozza di rinnovo della convenzione tra provincia e Porlezza per il coordinamento delle operazioni di pulizia del Ceresio, che viene votata all’unanimità da tutto il consiglio. E con i saluti e gli auguri di buona salute da parte di Ferdinando Mazara si chiude l’ultimo consiglio provinciale di Como, in attesa di vedere cosa succederà nel prossimo futuro.[Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

Annunci

1 commento»

  Consiglio provinciale del 15 maggio « wrote @

[…] fra discorsi commossi e linee d’indirizzo sulla gestione del servizio idrico integrato. Leggi il seguito di questo post nel blog Reteco Condividi conFacebookTwitterLike this:Mi piaceBe the first to like this […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: