Il Consiglio provinciale del 31 gennaio

Seduta straordinaria del Consiglio provinciale, contro il decreto che propone lo scioglimento delle amministrazioni provinciali.In tutti i Consigli provinciali italiani è stato discusso un ordine del giorno proposto dall’UPI (Unione delle province italiane) per ribadire il dissenso al decreto”Salva Italia” e in particolare alla parte riguardante lo scioglimento delle Province.

Il compito di presentare l’odg spetta al segretario Mazara, il quale cita alcuni studi dell’Università Boconi che testimoniano la non riduzione dei costi della politica, in previsione di un taglio delle province. Non abbiamo bisogno di fumo negli occhi, chiosa il segretario, ma di scelte forti.

Leonardo Carioni si dichiara contrario al “decreto-mannaia” che si abbatterà presto su Como, uno dei primi consigli a subirne gli effetti, essendo in scadenza. Il presidente si prodiga poi nella lettura integrale di un intervento di Valerio Onida, ex presidente della Corte costituzionale e candidato alle primarie democratiche lo scorso anno a Milano.

Prende poi la parola Renato Tettamanti,  il quale sottolinea  come, nella discussione, sia necessario considerare la pessima opinione dei cittadini nei riguardi delle province. L’antipolitica, tanto vituperata oggi, è stata resa protagonista di un’intera stagione politica dalla Lega e Berlusconi. Nessuno ricorda, continua, che già il precedente governo aveva predisposto una riduzione del numero di consiglieri. La difesa della democrazia di cui ha parlato Carioni, chiude l’esponente di minoranza, passa anche attraverso la difesa dei lavoratori: nessuno ha mai pensato di convocare sedute straordinarie per questioni reali e urgenti come la chiusura delle fabbriche Sisme e Star.

Galli, capogruppo di Autonomia comasca, si chiede se la discussione di oggi serva davvero a qualcosa. Lontani gli insegnamenti di Miglio (le istituzioni vengono prima dei partiti), si parla di cose sulle quali si è già detto tanto in passato. L’ex deputato propone un’idea diversa di provincia, una sorta di forma associata di governo con i comuni, all’interno di un sistema federalista.

Ivano Bernasconi (autonomia comasca) esprime il suo dissenso verso l’ordine del giorno e annuncia il voto contrario, spiegando come, a suo dire, ci sia ormai un totale scollamento fra l’opinione pubblica e i membri dei consigli.

Gli fa eco Maria Rita Livio, esponente democratica, sottolineando che il vero problema è costituito dai 400 dipendenti della Provincia che rischiano il posto. La consigliera afferma la sua astensione al voto causa  la non accettabile autoreferenzialità dell’odg.

Serafino Grassi, capogruppo Pdl, pur condividendo in parte le posizioni di Galli voterà a favore, perché contesta, nel merito, il metodo di scioglimento.

Mauro Guerra, capogruppo PD, riprende il discorso di Tettamanti sull’antipolitica, figlia però secondo lui di sprechi e scandali dai quali la classe dirigente non è riuscita a starne fuori. Pur condividendo parte del documento, esprime la volontà di non votare.

Roberto Cigardi ricorda a tutti la proposta di Berlusconi di togliere le province, seguito in questa sua lotta dal quotidiano Libero, mentre Minotti, capogruppo leghista, se la prende con la stampa autorizzata, mera esecutrice di cose già stabilite dai poteri forti. Chiude la seduta Diego Peverelli, con un’ arringa a difesa «dell’onore dei consiglieri » violato, a suo dire, da alcuni colleghi. L’ordine del giorno alla fine viene approvato con undici sì, tre no (Tettamanti. Livio, Bernasconi) e sei astenuti (Guerra e Dilorenzo Pd, gli altri di Autonomia Comasca e due del PdL. [Andrea Quadroni – ecoinformazioni]

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: