Consiglio provinciale di lunedì 30 maggio

Una seduta rapidissima (nel giorno dopo la vittoria della sinistra alle amministrative) per approvare gli ultimi ordini del giorno collegati al bilancio e rimandare al 13 e 14 giugno la discussione sull’ex ospedale Sant’Anna e sulla cittadella sanitaria: in quelle sedute si terrà l’audizione dei dirigenti sanitari in Consiglio provinciale.

Poco più di un’ora per archiviare gli ordini del giorno collegati al bilancio e rinviare la discussione sull’ospedale, nella seduta del Consiglio provinciale di lunedì 30 maggio, a Villa Saporiti. Nel giorno della vittoria di Pisapia a Milano e De Magistris a Napoli, in Provincia nessuna eco della politica nazionale, se non nelle espressioni soddisfatte dei consiglieri di minoranza – Renato Tettamanti in primis!.

Tornando ai temi comaschi, appunto, in particolare è stato approvato il piano di gestione del sito di importanza comunitaria (Sic) «Valle del Dosso» nei comuni di Dosso del Liro e Livo, incluso nel processo di conservazione della ecoregione alpina attuato dal Wwf e nello specifico dell’area prioritaria denominata «h1 – Sottoceneri».  Sono stati poi votati – e approvati all’unanimità – alcuni ordini del giorno collegati al bilancio 2011: uno sul risparmio energetico e fonti rinnovabili, uno sul finanziamento ai Comuni per il progetto «La fine della guerra. Settembre 1943-aprile 1945» (entrambi a firma del consigliere Giuliano Cerrano, Pdl), un altro testo relativo alla situazione organizzativa dei servizi al lavoro e l’ultimo, sulla promozione di eventi e iniziative culturali, sempre su iniziativa della maggioranza.

Nella seduta precedente, quella di martedì 24 maggio, erano stati approvati due importanti ordini del giorno delle opposizioni: quello relativo all’audizione dei direttori generali Azienda S.Anna e  ASL (primo firmatario Tettamanti); il secondo relativo alla predisposizione di un servizio navetta tra la fermata di Grandate FNM e il nuovo S.Anna (primo firmatario Moltrasio). Questo secondo emendamento è stato votato anche da Autonomia Comasca con il voto contrario di Lega e PdL.

L’unica interrogazione affrontata nella seduta del 30 maggio è stata quella del consigliere Luigi Pecorelli in merito al Pgt di Fino Mornasco e ad una questione viabilistica molto specifica e locale, legata alla rotatoria in località Bricoletta. Infine, le ultime due mozioni urgenti – presentate rispettivamente dai consiglieri e capogruppo Giancarlo Galli di Autonomia comasca e Giordano Minotti della Lega – da affrontare sono state rimandate: il 13 e 14 giugno prossimi ci sarà in Consiglio un’audizione dei dirigenti sanitari dell’azienda ospedaliera. Con loro si discuterà della realizzazione della famigerata cittadella sanitaria e delle sorti del compendio dell’ex ospedale Sant’Anna di via Napoleona. E gli animi, c’è da scommettersi, si scalderanno. [Barbara Battaglia, ecoinformazioni]


Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: