Consiglio provinciale di lunedì 13 dicembre 2010

La galleria di Pusiano è sempre al centro dei pensieri dei consiglieri (soprattutto di maggioranza) a Villa Saporiti. Giordano Minotti, capogruppo della Lega, la usa ancora come spunto, in un suo piccato intervento preliminare all’inizio dell’ultima seduta del Consiglio prima di Natale, per esprimere solidarietà all’assessore Cinquesanti, dopo le recenti dichiarazioni del consigliere Andrea Cattaneo (Pdl): alla stampa, s’intende, non in Consiglio…Mentre il Pdl presenta un’interrogazione per capire lo stato dell’arte della suddetta variante di Pusiano. Tra i padani e il partito del premier la telenovela continua…

Nulla di nuovo sotto il cielo di Villa Saporiti. Nell’ultima seduta del Consiglio provinciale prima della pausa natalizia, lunedì 13 dicembre, sono continuati gli screzi interni alla maggioranza. Protagonista indiscusso degli “attacchi” più piccati è stato il capogruppo del Carroccio, Giordano Minotti. In un suo intervento preliminare si è scagliato contro il consigliere Pdl Andrea Cattaneo, reo secondo il leghista di aver attaccato ingiustamente a mezzo stampa l’operato dell’assessore ai Lavori pubblici Pietro Cinquesanti (ovviamente, lo ricordiamo, in quota Lega). «Un attacco del tutto strumentale che lascia intravedere strategie esterne dell’ala più a destra del Pdl atte a delegittimare uno degli assessori che più ha dato e sta dando all’Ente Provincia» – ha dichiarato Minotti. Ma cosa ha detto Cattaneo? Il consigliere avrebbe dichiarato che «gli errori di programmazione delle opere principali sono dovuti a rapporti interni alla Lega Nord». Di qui l’ira funesta di Minotti, che non manca di scagliarsi contro Giancarlo Galli, difficile da considerare il nuovo che avanza, per il leghista, in quanto esponente della vecchia Dc. Ma tornando alla famigerata galleria di Pusiano, Minotti punta il dito anche contro «il presidente che predica il rispetto dei regolamenti ma è sempre il primo a contraddirsi» e chiede che non si addossino tutte le responsabilità della recente frenata al progetto a Cinquesanti. Parrebbe invece che la contrarietà al progetto accomuni diverse voci del partito di maggioranza. Mentre il gruppo consiliare del Pdl ha presentato, sempre nella seduta del 13 dicembre, un’interrogazione ad hoc, nella quale chiedeva «quale sia il reale stato delle procedure di affidamento dei lavori di realizzazione della variante di Pusiano, quando verranno consegnati i lavori, quale sia la situazione attuale rispetto al finanziamento dell’opera (che dovrebbe essere regionale e ammonterebbe a 33 milioni di euro, ndr) e quali sono le eventuali iniziative che la Giunta provinciale intende assumere in caso di conferma della revoca del finanziamento».

Comunque, alla fine, Minotti sdrammatizza con questa battuta (si accettano interpretazioni in merito, ndr): «assessore Cinquesanti, è sicuro di aver visto svolazzare un corvo su Villa Saporiti? Aveva sì le piume nere, ma il becco era indiscutibilmente giallo».

Chiusa la pagina polemica, il Consiglio ha approvato la proposta di modifica dello statuto societario della Società pubblica trasporti Spa (con i cambiamenti e le verifiche che avevano richiesto le minoranze) e rinnovato la convenzione tra la Provincia e il Comune di Erba per lo sviluppo di un sistema provinciale integrato dei servizi per il lavoro. Un servizio, quello offerto sul territorio erbese, che ha visto 157 utenti nel 2008 e 234 nel 2010 e che, per la consigliera democratica Rosangela Arrighi, «andrebbe esteso a tutto il territorio», così come pare sia nelle mire dell’Assessorato, tra l’altro. Sempre a proposito di formazione e avviamento al lavoro, è stato approvato all’unanimità il piano di programma 2010/2011 e il bilancio di preventivo fino al 2013 per l’Azienda speciale per la formazione, l’orientamento e il lavoro, considerata dall’assessore Alessandro Fermi, «il fiore all’occhiello del nostro territorio».

Tutti favorevoli, anche se il consigliere Renato Tettamanti ha sottolineato come «concretamente diamo solo 40mila euro nel 2011 per questo servizio».

Ritirata poi la discusssione sulla società Comoacqua srl, per la messa in liquidazione per sopravvenuta impossibilità al conseguimento dell’oggetto sociale: se ne riparleà più avanti, anche se il tema dell’acqua anima già la discussione, in particolare tra Tettamanti e Galli.

Si è tornati poi a parlare di strade con una mozione dei consiglieri del Pdl Sala, Grassi, Dello Iacono, sull’area canturino/novedratese, che propone un collegamento diretto fra l’area del canturino e l’asse della Novedratese. E ancora scatta la bagarre con la Lega. Per Minotti «la mozione non ha i requisiti perchà manca la verifica delle commissioni competenti, ed è sconcertante proporre una nuova via di collegamento tracciando semplicemente una riga a matita su un foglietto». Dopo un ping pong di botta e risposta tra la consigliera Paola Sala e l’esponente della Lega, e qualche intervento a sostegno dell’una o dell’altra tesi, si vota: la Lega non ce la fa, 5 sono i ‘no’, 6 gli astenuti ma 15 i voti favorevoli (inclusa Autonomia comasca). Si chiude con la variante di Pusiano e la già citata interrogazione del Pdl, alla quale Cinquesanti risponde ricordando tutta la vicenda. [Barbara Battaglia, ecoinformazioni]

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: