L’ecosistema urbano comasco è di pessima qualità

Il Comitato mozzatese salute e ambiente denuncia che nel rapporto Ecosistema urbano di Legambiente, nella classifica finale, la città di Como risulta in posizione 82° su un totale di 103 città analizzate.  «Nel’annuale Rapporto sull’Ecosistema Urbano del 2010 elaborato da Legambiente in collaborazione con l’Istituto di Ricerche Ambiente Italia, presentato in un Convegno svoltosi a Firenze il 18 ottobre 2010, è riportato che “la qualità ambientale nelle città italiane è in caduta libera, che vi è scarsa lungimiranza e poco coraggio da parte di chi le governa”.

Il Rapporto ha analizzato le principali componenti ambientali, aria, acque, rifiuti, trasporto e mobilità, spazio e verde urbano, energia, ecc, presenti nelle città italiane, assegnando un indice di valutazione ai dati inviati dai Comuni stessi attraverso un questionario.

Nella classifica finale la città di Como risulta in posizione 82° su un totale di 103 città analizzate. Ai primi posti  Belluno, Verbania, Parma, Trento, Bolzano, Siena, La Spezia, Pordenone, Bologna, Livorno, Savona, Ravenna, ecc.

Nella “qualità dell’aria” Como è 86° per il biossido di azoto (NO2); per il PM 10 è 61°, mentre per l’Ozono risulta al 62° posto.

Nei consumi idrici domestici, cioè i consumi giornalieri pro capite di acqua potabile per uso domestico, Como è 96° con un consumo di 227,7 l/ab. ogni giorno. Nella dispersione delle reti idriche (differenza tra acqua immessa e consumata, in %) Como è al 45° posto con una differenza % del 29;  mentre nella capacità di depurazione Como è al 64° posto.

Nella produzione annua di rifiuti urbani pro capite, Como è al 20° posto con una produzione di 499,6 Kg/ab. Nella Raccolta Differenziata, la % di rifiuti differenziati sul totale dei rifiuti urbani prodotti, Como è al 47° posto col 37,6%.

Nella “mobilità sostenibile” (presenza di autobus a chiamata, controlli elettronici Ztl, tariffe per l’intermodalità, parcheggi interscambio bici, pedibus, Piano mobilità ciclabile, bike sharing, ecc.) , Como è 31° con un indice sotto la metà e tra le peggiori nelle zone a traffico limitato.

Sui consumi elettrici, consumo annuale pro capite per uso domestico, Como è al 70° posto con un consumo di 1.205 Kwh/ab.

Nelle energie rinnovabili, teleriscaldamento, Como è 3°, mentre nel solare fotovoltaico installato su edifici comunali, Como è al 76° posto, a pari merito con gli ultimi, con 0 (zero) Kw/ogni 1.000 abitanti.

Nelle “politiche energetiche”, incentivi economici sul risparmio energetico e/o diffusione delle fonti di energia rinnovabili, semplificazione delle procedure per l’installazione di solare termico/fotovoltaico, attuazione di attività di risparmio energetico, acquisto di energia elettrica da fonti rinnovabili, ecc., Como è al 75° posto.

Nella pianificazione e partecipazione ambientale (Agenda 21, progettazione partecipata, Bilancio ambientale, approvazione Piano zonizzazione acustica, Piano Urbano del Traffico (PUT) e Piano Energetico Comunale), Como è al 50° posto.

Infine nell’ “Eco management”, cioè l’indice composto dall’utilizzo di carta riciclata negli uffici comunali, raccolta differenziata negli edifici comunali, utilizzo di prodotti equo &solidali ed altro, Como occupa il 57° posto su 103 città totali analizzate.

Può servire per una “critica all’Amministrazione comunale di Como?»[Comitato mozzatese salute e ambiente]

 

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: