Il Consiglio provinciale di Como di lunedì 11 ottobre 2010

Si spacca (ma per poco) il Pdl a Villa Saporiti. Nasce il gruppo provinciale per l’autonomia comasca: il capogruppo è Giancarlo Galli, ne fanno parte sei consiglieri e tre assessori. Le minoranze registrano il fallimento della legislatura e la crisi dell’attuale maggioranza, si chiede al presidente Carioni un chiarimento politico programmatico sul futuro governo della Provincia. Ma la scissione non impedisce al centrodestra di approvare la chiusura dei contratti di finanza derivata e la rinegoziazione del debito tra la Provincia e le banche.

Giornalisti, fotografi e rappresentanti politici del Comune al completo lunedì 11 ottobre, a Villa Saporiti: la notizia al centro della seduta del Consiglio provinciale è la costituzione di un nuovo gruppo politico, il Gruppo provinciale per l’Autonomia comasca, guidato da Giancarlo Galli, al quale hanno deciso di aderire sei consiglieri e tre assessori (Ivano Polledrotti, Achille Mojoli e Sergio Mina), che rappresenteranno quindi anche in Giunta il neonato gruppo. La scelta di Galli è stata dettata da una politica locale «ridotta a campo di battaglia» e dall’azione di una Provincia che appare al nuovo gruppo «priva di slancio programmatorio, priva di coraggiose riforme». Per tanto la decisione di «abbandonare personalismi di sorta», per promuovere un movimento federalistico ed opporsi a «scelte calate dall’alto».

Serafino Grassi ha confermato la volontà di mantenere la maggioranza, auspicando un clima di collaborazione; Patrizio Tambini ha ricordato come il Pdl sia fedele all’accordo assunto dalla giunta all’inizio del suo mandato.

Nelle fila della minoranza, Renato Tettamanti ha sottolineato la «svolta» e concordato sulle affermazioni di Galli: «quando si afferma che l’esperienza politica provinciale appare priva di slancio programmatico: lo denunciamo da tempo. La differenza la farà il merito dei problemi. Mi auguro che qualcosa cambi, mi auguro coerenza da chi dà vita a questo gruppo».

Per Mauro Guerra del Pd «si registra un fallimento, a livello nazionale come qui in Provincia: la crisi di questa maggioranza». Anche Fabio Moltrasio ha decretato la scissione come un «fatto politico estremamente rilevante che parte dall’analisi di una situazione politica ormai “marcia”» e salutato «con favore la volontà di dare una scossa».

Dalla Lega sono arrivate le critiche più aspre, prevedibilmente. Giordano Minotti ha espresso il parere padano, sottolineando come il suo gruppo non condivida «le premesse di Galli sul lavoro fatto in provincia» e dichiarando che «non accetteremo eventuali logoramenti della maggioranza».

Ma quella stessa maggioranza torna presto ad andare d’accordo e si ricompatta di fronte ai derivati: si discute della chiusura transattiva dei contratti di finanza derivata, appunto, e della rinegoziazione del debito tra Provincia e istituti bancari Biis e Iccrea. Vengono in sostanza chiusi tutti i contratti swap, con un costo di 115mila euro, un costo inferiore a quello di mercato, a detta dell’assessore al Bilancio Patrizio Tambini. A quel punto si rinegozia il debito, passando a un tasso fisso, e si allunga la scadenza. Dubbi sulla sostanza della transazione sono stati sollevati dalla minoranza – Tettamanti ha chiesto perché si debba rinegoziare il tasso del 3,5% e si è detto contrario al prolungamento del debito, che ricadrà sulle prossime amministrazioni – , che ha votato contro e chiesto che si torni a discutere della questione “derivati”. Dall’altra parte dell’aula tutta la maggioranza ha espresso un voto favorevole. Alla faccia delle scissioni. [Barbara Battaglia, ecoinformazioni]

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: